Larice: “purezza e nutrimento spirituale. Guardare dall’alto e scorgere lo splendore”.

Il Larice differisce dalle restanti conifere per avere caratteristiche che lo rendono più solare. Inoltre, si rinnova annualmente cedendo la fissità e il rigore tipico delle conifere ad un senso di rinnovamento. Essendo poco a contatto con l’uomo per via delle condizioni estreme in cui vive, non ha trovato molto spazio nelle leggende. Nell’arco alpino il Larice viene associato a fate vestite di bianco che aiutano le persone e proteggono gli animali. Ancora oggi resiste l’usanza di attaccare sopra la porta una fascia di suoi rami per tenere lontane le forze negative.

Il messaggio del Larice:
Lo spirito del Larice ci insegna che possiamo trovare la felicità nella purezza di faccende, esperienze e conoscenze essenziali, siano esse pratiche o spirituali. Ci mostra lo splendore della vita semplice che si rinnova con gioia, giorno dopo giorno, nell’eterno ciclo della vita.

Lucilla Satanassi e Hubert Bosch ; dossier “Lo spirito degli alberi” L’ altra medicina numero 35 /2014