La scoperta delle quattro fasi del ciclo femminile

Ora navighiamo sull’onda del tempo incantato, settimana per settimana.
Lasciati guidare dallo Spirito dell’albero indicato sul Sincronario.

Nella prima settimana blu, lo Spirito mi dona la scoperta dell’intuizione.
Seguo il cuore e mi incammino verso l’albero.
Con rispetto e gratitudine, riconosco l’albero nella sua interezza.
In ascolto, mi avvicino ed entro in sintonia con il suo campo energetico.
Mi sdraio comodamente sulle sue radici e chiudo gli occhi.
Immagino che lo Spirito dell’albero mi avvolga nel buio della notte e mi indichi l’apertura che permette di scendere negli anelli del tempo; giù, fino al punto in cui le radici incontrano l’acqua.
Mi immergo nell’acqua e mi lascio guidare dalla marea nella grotta dei cristalli, il cielo della notte con le stelle dove risiedono gli antenati.
Respiro lo spazio senza confini e sento il profumo dei fiori custodito dalla mia matrice vitale.
Nutro e rigenero il mio spirito con il seme dell’albero della vita.
Dalla terra, dal seme, nasce una pietra preziosa. È un dono che posso portare con me.
La luce della pietra mi guida verso la superficie.

Nella seconda settimana gialla, il riflesso dello Spirito mi dona la visione della chiarezza.
L’esperienza che ho vissuto durante la settimana blu mi guida ad immaginare il mio albero.
Seguo con gli occhi della mente la sagoma. Salgo dal tronco verso l’alto, ammiro la chioma,
una danza tra luce e ombra che permette alla Dea dentro di me di emergere.
Mi unisco ai raggi del sole che filtrano tra le foglie e i rami, e sento il calore della luce.
Come Dea, espando verso l’esterno un’energia solare e dinamica.
Con decisione e bellezza propongo la direzione al mio intento.
Mi sento colma di energia e celebro il mio rinnovamento.

Nella terza settimana rossa, lo scambio vibrazionale con gli alberi mi coinvolge nella realizzazione del mio proposito.
Vado ad abbracciare il mio albero, tocco con le mani la sua corteccia, sento la sua forza vitale scorrere nel mio sangue … l’albero entra in me.
Sento le radici dell’albero dentro i miei piedi, sperimento il radicamento con la Madre Terra.
Sento il piacere dell’energia vitale che sale verso l’alto e avvolge il mio corpo.
Come donna, Regina Splendente, danzo i ritmi caldi della pienezza del compimento.

Nella quarta settimana bianca, lo Spirito dell’albero mi sostiene nella trasformazione della mia esperienza.
In un canto di ringraziamento mi inchino davanti all’albero.
Il silenzio e la beatitudine aprono la porta del mio cuore, che custodisce il riflesso dei miei vissuti.
Questo tempio degli specchi mi mostra l’essenziale.
Sono avvolta dall’incanto.
Come Maga, consacro tutto ciò che vive, coopero con il Grande Cerchio.
Applico i miei talenti e accedo ad altri piani di conoscenza.